Cookies disclaimer
By continuing your browsing, you accept the deposit of third-party cookies for audience measurement (Google Analytics), to offer you share buttons, social content downloads.
I AGREE
I REFUSE

July 2023

La Regione Auvergne-Rhône-Alpes, che sorge nella zona sud-orientale della Francia, spicca in questo campo non solo per il continuo sviluppo di soluzioni innovative, ma soprattutto per il suo essere un territorio fertile per le imprese che lavorano nelle cleantech.

Vi sono, in questo senso, diversi poli di eccellenza che promuovono la decarbonizzazione e lo sviluppo di processi sostenibili. Tra questi, TENERRDIS, il quale, vantando 1024 progetti premiati e 416 progetti finanziati, rappresenta ad oggi il fulcro della competitività per la transizione energetica. Questo cluster, infatti, con i suoi 262 membri, promuove la crescita e il potenziamento delle attività sostenibili e mobilita diversi attori fondamentali per l’innovazione sostenibile.

———————

L’evoluzione della Regione in questo settore è stata possibile soprattutto grazie alla diffusione di diversi centri di ricerca e sviluppo, che le hanno permesso, tra le altre cose, di ottenere il primato come regione francese per il maggior numero di imprese nello sviluppo di tecnologie di biometano e bioGNV.

Il Dipartimento, inoltre, vanta il 19% dei brevetti francesi del settore e si colloca nella top 3 della classifica di leader mondiali nella R&S per il settore dell’energia solare.

———————

Diverse sono, dunque, le attività promosse dalla Regione al fine di ampliare questo fruttuoso cluster. Tra queste, l’erogazione di sostegni di tipo economico per le industrie che promuovono la sostenibilità ambientale.

Per le imprese che lavorano nei settori della microelettronica e dell’idrogeno, per esempio, sono stati stanziati oltre 12 milioni di euro, al fine di sostenerne lo sviluppo, la dinamicità e la diffusione.

———————

I progetti « Lyon Vallée de la Chimie Vert » e « Zero Emission Valley (ZEV) » meritano qui una menzione speciale, rappresentando due strumenti centrali nella promozione di un percorso di innovazione e metamorfosi verde all’interno del tessuto imprenditoriale insediato nel territorio.

L’obiettivo è quello di incoraggiare l’insediamento di nuove attività cleantech nei poli industriali del territorio e al tempo stesso di promuovere la mobilità a zero emissioni e di accelerare la transizione ecologica e il processo di decarbonizzazione all’interno della Regione.

Uno dei progetti più emblematici in termini di sviluppo nella Regione in materia di cleantech è quello della joint-venture, nota come Symbio, tra le società Feurecia e Michelin.

All’interno del progetto « HiMotive », la joint venture ha deciso di investire 1 miliardo di euro con l’obiettivo di accelerare il processo di industrializzazione e innovazione del territorio. Entro il 2028, infatti, è previsto lo sviluppo di 600.000 sistemi di celle a combustibile e la creazione di 1.000 nuovi posti di lavoro.

———————

COSA PUO’ FARE ALTIOS ITALIA PER LA VOSTRA AZIENDA?

A fronte della centralità che questo settore sta avendo, Altios Italia sta collaborando con l’Agenzia Regionale Auvergne-Rhône-Alpes Entreprises al fine di sostenere le imprese e le industrie italiane in tutte le fasi della loro crescita: creazione, sviluppo, innovazione, internazionalizzazione.

Sono promossi, in questo senso, molteplici finanziamenti e sostegni nei confronti di quelle realtà che decidono di investire il loro sviluppo internazionale nella Regione, le quali si vedranno accompagnate nell’intero processo di insediamento e di ricerca di personale, nonché collegamento con l’ecosistema locale.

———————

Per maggiori informazioni sulla Regione, su possibili investimenti e dislocazioni sul territorio, contattare : g.rossi@altios.com

——————

Sources:

https://invest-in-auvergnerhonealpes.com/

May 2023

La Regione Auvergne-Rhône-Alpes, che sorge nella zona sud-orientale della Francia, si contraddistingue nel campo del MedTech, in particolare nelle zone del Rodano e dell’Isère e delle metropoli di Saint-Etienne e Clermont-Ferrand.

———————

I campi di attività principali su cui si fonda la produzione di questo fruttuoso settore sono molteplici e tendenzialmente localizzati per settore:

  • Nella Loira, nella Drôme e nell’Alta Savoia prevale la specializzazione delle attività legate alla progettazione e alla produzione di dispositivi medici;
  • Le attività legate alla sanità elettronica sono ben rappresentate nel Rodano, nell’Isère e nella Drôme;
  • La Savoia è specializzata nella progettazione e produzione di strumenti diagnostici.

———————

Con 469 aziende e circa 22.000 dipendenti, la Regione francese Auvergne-Rhône-Alpes si posiziona, dunque, come uno dei principali attori nel settore Medtech al mondo, generando un fatturato regionale stimato in 6,4 miliardi di euro

La presenza di grandi gruppi come Biomérieux e Becton Dickinson, nonché la moltitudine di start up innovative sparse sul territorio e l’eccellenza della ricerca accademica, dimostrano indiscutibilmente la ricchezza e il dinamismo dell’ecosistema regionale, il quale si caratterizza principalmente da un tessuto industriale composto per l’81% da microimprese e PMI.

Inoltre, in Francia, il 27% delle aziende è di proprietà straniera, soprattutto europea, denotando come il mercato locale sia un mercato maturo, aperto agli investimenti esteri.

———————

Sono una dimostrazione della competitività della Regione nel settore del MedTech diversi casi studio, tra cui quello del cluster Lyonbiopole, un ecosistema sanitario innovativo e fertile a vocazione internazionale, le cui aree strategiche di intervento sono farmaci per uso umano, farmaci veterinari, diagnostica, dispositivi e tecnologie mediche. Esso nasce con lo scopo di stimolare la R&S, promuovere lo sviluppo economico dei suoi membri, sostenerli nell’internazionalizzazione, permettere loro di beneficiare di infrastrutture industriali per far crescere i loro progetti e infine promuovere l’intero ecosistema attraverso azioni di comunicazione.

———————

COSA PUO’ FARE ALTIOS ITALIA PER LA VOSTRA AZIENDA?

A fronte della centralità che questo settore sta avendo, Altios Italia sta collaborando con l’Agenzia Regionale Auvergne-Rhône-Alpes Entreprises al fine di sostenere le imprese e le industrie italiane in tutte le fasi della loro crescita: creazione, sviluppo, innovazione, internazionalizzazione.

Sono promossi, in questo senso, molteplici finanziamenti e sostegni nei confronti di quelle realtà che decidono di investire il loro sviluppo internazionale nella Regione, le quali si vedranno accompagnate nell’intero processo di insediamento e di ricerca di personale, nonché collegamento con l’ecosistema locale.

———————

Per maggiori informazioni sulla Regione, su possibili investimenti e dislocazioni sul territorio, contattare : g.rossi@altios.com

——————

Sources:

https://invest-in-auvergnerhonealpes.com/

February 2023

Oggi più che mai il settore delle lavorazioni plastiche è centrale quando si parla di industria, vedendo un’importante crescita in diversi mercati e coinvolgendo più filiere. 

La Regione Auvergne-Rhône-Alpes, che sorge nella zona sud-orientale della Francia, si contraddistingue in questo campo, soprattutto per quanto concerne la produzione d’imballaggi ed attrezzature per l’aeronautica, l’automotive, la cosmetica, il settore medicale ed i giocattoli.

———————

Con 800 aziende, 25.000 dipendenti e oltre 6,4 miliardi di euro di fatturato, la Regione è la più importante area francese per la lavorazione delle materie plastiche, grazie in particolare al dinamismo della Plastic Valley, situata intorno alla città di Oyonnax nel distretto dell’Ain e dell’altopiano di Sainte-Sigolène, sito a Monistrol-sur-Loire, nell’Alta Loira.

Particolarmente virtuosi si dimostrano anche il cluster Polymeris ed il centro tecnico industriale della plastica IPC, in cui i diversi centri di prova e le molteplici piattaforme tecniche stanno stimolando l’innovazione nell’intero settore a livello globale.

———————

Sono una dimostrazione della competitività della Regione in questo settore gli ingenti investimenti che il gruppo americano Eastman ed il gruppo canadese Loop Industries hanno annunciato lo scorso gennaio 2022.

Nello specifico, il primo investirà quasi 880 milioni di euro in quello che rappresenta il più grande impianto di riciclaggio di plastica molecolare del mondo, sottolineando come la competitività della Regione e del personale altamente qualificato rappresentino un valore aggiunto per l’azienda e per la loro produzione.

Il gruppo canadese Loop Industries, dal suo canto, investirà circa 250 milioni di euro con lo scopo di costruire un sito di produzione di PET riciclato al 100% in Normandia, prevedendo una produzione annua di 70.000 tonnellate di resina PET e consentendo ai principali marchi di beni di consumo con sede in Francia di accelerare verso plastica PET di qualità.

———————

Il know-how della regione è così riconosciuto in tutto il mondo. Questo anche grazie ad una buona rete di corsi di alta formazione professionale e tecnica, nonché alla creazione di una manodopera qualificata. Plasticampus Oyonnax è, in questo senso, un ottimo esempio di campus di eccellenza per la plastica e materiali compositi.

———————

COSA PUO’ FARE ALTIOS ITALIA PER LA VOSTRA AZIENDA?

A fronte della centralità che questo settore sta avendo, Altios Italia sta collaborando con l’Agenzia Regionale Auvergne-Rhône-Alpes Entreprises al fine di sostenere le imprese e le industrie italiane in tutte le fasi della loro crescita: creazione, sviluppo, innovazione, internazionalizzazione.

Sono promossi, in questo senso, molteplici finanziamenti e sostegni nei confronti di quelle realtà che decidono di investire il loro sviluppo internazionale nella Regione, le quali si vedranno accompagnate nell’intero processo di insediamento e di ricerca di personale, nonché collegamento con l’ecosistema locale.

———————

Per maggiori informazioni sulla Regione, su possibili investimenti e dislocazioni sul territorio, contattare : g.rossi@altios.com

——————

Sources:

https://invest-in-auvergnerhonealpes.com/